was successfully added to your cart.

Y2 – Innovare l’apprendimento con la tecnologia

Schermata 2017-04-27 alle 14.41.18

Durante le scorse 8 settimane, gli studenti del secondo anno si sono confrontati con l’unità didattica “Global Perspectives”, parte del più ampio percorso interdisciplinare “Where We Are in Time and Place”. Obbiettivo del percorso è fornire agli studenti l’opportunità di ampliare le proprie conoscenze, espandendo le loro prospettive sul nostro mondo e sui suoi abitanti.

Autore: Lyndsey Stuttard | Educator e Digital Coordinator

 


Era mia intenzione ideare un progetto finale per l’unità che permettesse ai miei alunni non solo di condividere le nuove conoscenze acquisite durante l’unità, ma anche di presentare le loro scoperte tramite l’uso della tecnologia, in maniera innovativa e coinvolgente. Il progetto e la componente tecnologica sono stati definiti sulla base tanto delle abilità dei miei studenti quanto della loro familiarità con gli strumenti impiegati durante il loro percorso.

Dopo aver consegnato loro un planisfero vuoto, gli studenti hanno impiegato le loro risorse e capacità di ricerca per riempire la mappa e rispondere alle diverse domande utilizzate per il progetto finale. I ragazzi hanno accolto con entusiasmo la proposta di utilizzare l’app “Quiver”, un peculiare strumento di colorazione che trasforma pagine bidimensionali in modelli interattivi 3d. Gli studenti si sono dimostrati estremamente interessati nell’osservare la trasformazione delle loro mappe in mappamondi tridimensionali, così come è stato gratificante vederli interagire con i globi ruotandoli, espandendoli e localizzando oceani e continenti.

La classe ha realizzato dei video in cui l’app viene impiegata per far ruotare il globo, e in cui i continenti e alcuni dei paesi al loro interno vengono localizzati e descritti, presentando le informazioni raccolte nella ricerca iniziale. Tutti questi filmati sono quindi stati raccolti e montati con l’impiego di IMovie. Gli studenti hanno messo a frutto le loro capacità nel video editing per assicurarsi che i filmati e l’audio combaciassero perfettamente.

Un progetto di questo tipo ha quindi permesso ai ragazzi coinvolti non solo di condividere le conoscenze acquisite nell’ambito dell’unità didattica, ma anche di dimostrare le proprie abilità e conoscenze digitali. L’uso della tecnologia in modi creativi, così come l’impiego di strumenti digitali al di fuori della loro funzione tradizionale sono esempi del tipo di innovazione che puntiamo a promuovere nel nostro contesto educativo: mi auguro quindi che altri progetti simili a questo possano presto emergere alla H-International School.