was successfully added to your cart.

News

Category Archives: News

IMG_5891_HD copia copy

Disegnare per Aleppo: I Draw to Live

By | News, News @eng | No Comments

Dalla Siria a H-International School, l’amicizia viaggia attraverso i disegni

Un foglio diviso in due e l’autoritratto di un bambino. Da una parte i piccoli di Aleppo, dall’altro una mezza pagina bianca da completare con i lineamenti di un bimbo occidentale. Il progetto artistico che coinvolge gli alunni di Aleppo e quelli delle elementari di H-International School.

Enas Elkorashy è una gallerista italiana originaria del Cairo. A Venezia ha aperto uno spazio espositivo  a due passi da piazzale roma. Si chiama “Made in… Art Gallery” ed è attiva dal 2015 nel cuore della città storica lagunare.

Da sempre Enas cerca di rappresentare le diverse sfaccettature della cultura mediorientale attraverso l’arte, e da oltre un anno porta avanti un progetto di sensibilizzazione alla situazione siriana.

Grazie ai contatti con associazioni di volontariato, Enas è riuscita a portare in Italia oltre 170 disegni provenienti da due campi profughi di Damasco, i cui rifugiati sono per la maggior parte originari di Aleppo. Sono autoritratti, disegnati su metà foglio. Spetterà al PYP di H-International School riempire l’altra metà, con il proprio autoritratto.

Enas ci racconta che far arrivare i disegni non è stato facile, e la prima volta che ci ha provato sono andati perduti e i bambini siriani hanno dovuto rifarli, in segreto. E poi spiega: «Vedete, i ragazzi che li hanno disegnati sono molto più grandi, ma può essere che non disegnino bene come voi, perché spesso non riescono ad andare a scuola a imparare. Non sono bambini poveri, perché anche loro una volta avevano una bella scuola, dei giochi e una casa come li avete voi. Sono solo bambini che tutte queste cose non le hanno più per colpa della guerra».

Così disegnare sullo stesso foglio diventa un bellissimo modo di sentirsi più vicini, di sentire che, in un mondo pieno di odio, qualcuno è amico. E che molto spesso siamo più fortunati di quello che pensiamo, basterebbe ricordarselo.

I disegni saranno in esposizione alla Made in… Art Gallery a partire da novembre.

tenuta-15

High School, vivere un’esperienza unica

By | News | No Comments

Nuova sede per il servizio di boarding nella Tenuta di Ca’ Tron, in mezzo al verde e in spazi rinnovati e sicuri.

Vivere l’esperienza di studiare a H-International School a 360 gradi, tra corsi, lezioni, incontri e la possibilità di dormire nelle strutture della scuola. Condividendo quello che è un percorso di studio, ma anche un’avventura di crescita e di formazione.

Da quest’anno abbiamo attivato dei nuovissimi spazi per ospitare gli studenti della nostra High School, scegliendo una location all’interno dell’area di Ca’ Tron. Si tratta della Tenuta, un grande edificio completamente restaurato che è stato riconvertito a struttura residenziale.

La tenuta è infatti una caratteristica struttura colonica completamente risistemata. Una volta fungeva dal cuore pulsante di una delle aree agricole più grandi d’Europa.

Dispone di 8 camere singole, 13 doppie o 4 triple. Tutte con bagno indipendente. È fornita di aree comuni a disposizione di chi la utilizza, così come una grande cucina professionale e di una sala da pranzo. Sono gli spazi dove vengono servite le colazioni e le cene, che si aggiungono a quelli per lo studio o quelli all’aperto a completa disposizione dei ragazzi.

I ragazzi della nostra High School che usufruiscono del servizio di boarding saranno seguiti in tutte le attività che svolgono all’interno della Tenuta da House parents e da buddies.

La struttura è recintata e videocontrollata e ha un servizio sempre attivo di sorveglianza. Un servizio di bus navetta accompagna ogni giorni i ragazzi fino alle aule della scuola che distano 2 chilometri.

A breve saranno disponibili il programma dettagliato delle attività previste nel boarding e ulteriori specifiche del servizio.

338B3132

Sports Day, tra staffette e divertimento

By | News | No Comments

Venerdì 19 il tradizionale appuntamento a H-International School.

Lo sport è importante, e non solo per il corpo. Saper affrontare le sfide, accettare le sconfitte senza demoralizzarsi e le vittorie con umiltà, sono tratti della personalità che si possono imparare proprio grazie allo sport. E ancora: determinazione, spirito di squadra, voglia di raggiungere i propri obiettivi… Insomma, proprio tutto ciò che serve per realizzare i propri sogni.

Venerdì 19 alla H-International School di Olmi si è tenuto l’ormai attesissimo Sports Day, organizzato annualmente dal professore di PE, Mr. Moll. Una giornata di sfide tra cerchi, salti, palloni e staffette, a cui si sono prestati anche i genitori: sia in campo, per aiutare i piccoli dell’Early Years Unit, sia sotto i gazebo, in cui il PTA ha predisposto un angolo ristoro per sportivi e spettatori.

Maglie blu, verdi, rosse. Volti dipinti, trombette e tifo appassionato (soprattutto quello di mamme e papà). E quel pizzico di competitività che non guasta mai. Di seguito alcune foto della giornata.

338B2430

Diventare famiglia ospitante: un’esperienza da vivere

By | News | No Comments

Emanuela racconta cosa vuol dire “adottare” uno studente di H-International School e condividere il suo percorso di studio.

Un gran sorriso, foulard rosa al collo ed energia da tutti i pori. Si presenta così Emanuela, mamma di Bianca, una delle studentesse di H-International School che, con la sua famiglia, ha deciso per quest’anno scolastico di vivere un’esperienza in più.
La sua è, infatti, una delle “host family”, le famiglie che durante il periodo di lezioni ospitano altri studenti della scuola che arrivano da “qualche” chilometro più in là. In questo caso Giulia, abruzzese d’origine.
«Ho dei figli più grandi e uno è andato a vivere fuori casa. Il posto c’era, e abbiamo pensato che sarebbe stata una bella esperienza per tutti, e così è stato».

Le preoccupazioni, giustamente, sono tante: e se ci si vuole spostare per il week-end? E se fatica a inserirsi nelle dinamiche domestiche? E se con la famiglia d’origine si crea qualche attrito?
«È una scelta che implica responsabilità, ma parlando chiaramente si può risolvere tutto. Prima di accogliere Giulia abbiamo incontrato lei e la sua famiglia, abbiamo pranzato assieme, e ho esposto da subito come ci saremmo comportati e quali erano le nostre abitudini e le regole da seguire. Loro sono stati d’accordo e lasciano che anche lei faccia la sua esperienza».

Un’esperienza non facile, ma arricchente, dunque, sia per chi arriva sia per chi accoglie, e sotto molti aspetti. A detta di Emanuela, le due ragazze vanno molto d’accordo, e ognuna ha trovato il suo spazio e il suo equilibrio con l’altra. Fanno sport e studiano assieme. Parlano. Si confrontano.
«Giulia condivide tutto con noi, a parte le festività scolastiche in cui torna a casa, e noi ci comportiamo con lei come se fosse nostra figlia. Certo, accudendo e controllando un po’ di più, ma lei è libera di scegliere per sé esattamente come lo è Bianca. Se noi andiamo al cinema e lei preferisce stare a casa può farlo. Mentre domenica scorsa avevamo una comunione, ed è venuta con noi».

Dopotutto, «non stiamo parlando di alieni, sono ragazzi. I nostri ragazzi».

LIBO0590

MYP alla MediterraneanCup

By | News | No Comments

Il Middle Year Programme, accompagnati da Mr. Moll, all’ormai tradizionale torneo di calcetto delle scuole internazionali.

Dopo il brillante debutto del PYP di fine novembre, che si è piazzato al terzo posto del girone vincendo tre partite su cinque, il team del Middle Year Programme under14 ha celebrato a fine aprile il sesto anno al MediterraneanCup.

Dal 26 al 29 aprile a Verona, la squadra di Mr. Moll ha affrontato i rappresentanti delle scuole internazionali del bacino del Mediterraneo, classificandosi seconda del girone a un solo punto di distanza dalla capolista svizzera di Losanna e davanti a Berlino, Roma e Stoccolma. Secondo posto che ha permesso alla squadra di accedere al girone “Elite”, in cui la corsa della squadra H-IS si è arrestata, con i complimenti, però, dell’organizzazione della MedCup per «l’entusiasmo del coach e il fair play e il fantastico spirito sportivo dimostrato dai giocatori. Il gruppo era molto giovane e ha avuto un impatto molto positivo sul girone. La qualificazione al girone “Elite” è stata un successo enorme!»

La Mediterranean Cup è una manifestazione annuale che riunisce squadre rappresentanti le scuole internazionali di diversi paesi in un torneo di calcio a otto.

Il prossimo appuntamento è per novembre, con le giornate dedicate al PYP e alla High School.

338B1432

Le classi del PYP raddoppiano

By | News | No Comments

Talento, fiducia in se stessi e consapevolezza: la proposta formativa della H-International School è focalizzata sui ragazzi e sulla loro visione del mondo

H-International School raddoppia le sezioni della scuola elementare (Primary Year Programme). Le immatricolazioni per il prossimo anno scolastico (2017-18) hanno fatto registrare una costante crescita nel numero di domande così da riempire le attuali sezioni e richiedere l’ampliamento del numero di posti a disposizione per tutti coloro che siano interessati alla nostra offerta formativa.

Chiunque sia interessato a far iniziare ai propri figli questo percorso scolastico può venire a visitare la scuola e confrontarsi con noi sull’offerta formativa.

Lo staff della H-International School offre tutto il supporto necessario anche per il trasferimento da altri istituti scolastici presso i quali sia già stata effettuata una iscrizione per il prossimo anno scolastico.

Inoltre, sabato 20 maggio in H-FARM, via Sile 6, si terrà un’altra sessione di test d’ingresso anche per la High School, in concomitanza con l’evento “Innovation in your classroom”.

In quell’occasione sarà possibile per i genitori assistere ad alcune brevi lezioni tenute dai nostri insegnanti, all’interno dell’appuntamento “Vivi un giorno a H-International School“. Dalle ore 11 sarà possibile sperimentare in prima persona una lezione per ciascuno dei cicli scolastici realizzati dalla scuola: Early Years Unit – Infanzia, Primary Years Programme – Primaria, Middle Year Programme – Secondaria e High School.

Le iscrizioni a H-International School sono sempre aperte.

Schermata 2017-04-27 alle 14.41.18

Y2 – Innovare l’apprendimento con la tecnologia

By | Comunicazioni-PYP, Comunicazioni-PYP @eng, News, News @eng | No Comments

Durante le scorse 8 settimane, gli studenti del secondo anno si sono confrontati con l’unità didattica “Global Perspectives”, parte del più ampio percorso interdisciplinare “Where We Are in Time and Place”. Obbiettivo del percorso è fornire agli studenti l’opportunità di ampliare le proprie conoscenze, espandendo le loro prospettive sul nostro mondo e sui suoi abitanti.

Autore: Lyndsey Stuttard | Educator e Digital Coordinator

 


Era mia intenzione ideare un progetto finale per l’unità che permettesse ai miei alunni non solo di condividere le nuove conoscenze acquisite durante l’unità, ma anche di presentare le loro scoperte tramite l’uso della tecnologia, in maniera innovativa e coinvolgente. Il progetto e la componente tecnologica sono stati definiti sulla base tanto delle abilità dei miei studenti quanto della loro familiarità con gli strumenti impiegati durante il loro percorso.

Dopo aver consegnato loro un planisfero vuoto, gli studenti hanno impiegato le loro risorse e capacità di ricerca per riempire la mappa e rispondere alle diverse domande utilizzate per il progetto finale. I ragazzi hanno accolto con entusiasmo la proposta di utilizzare l’app “Quiver”, un peculiare strumento di colorazione che trasforma pagine bidimensionali in modelli interattivi 3d. Gli studenti si sono dimostrati estremamente interessati nell’osservare la trasformazione delle loro mappe in mappamondi tridimensionali, così come è stato gratificante vederli interagire con i globi ruotandoli, espandendoli e localizzando oceani e continenti.

La classe ha realizzato dei video in cui l’app viene impiegata per far ruotare il globo, e in cui i continenti e alcuni dei paesi al loro interno vengono localizzati e descritti, presentando le informazioni raccolte nella ricerca iniziale. Tutti questi filmati sono quindi stati raccolti e montati con l’impiego di IMovie. Gli studenti hanno messo a frutto le loro capacità nel video editing per assicurarsi che i filmati e l’audio combaciassero perfettamente.

Un progetto di questo tipo ha quindi permesso ai ragazzi coinvolti non solo di condividere le conoscenze acquisite nell’ambito dell’unità didattica, ma anche di dimostrare le proprie abilità e conoscenze digitali. L’uso della tecnologia in modi creativi, così come l’impiego di strumenti digitali al di fuori della loro funzione tradizionale sono esempi del tipo di innovazione che puntiamo a promuovere nel nostro contesto educativo: mi auguro quindi che altri progetti simili a questo possano presto emergere alla H-International School.

170331_Coro_338B7010

Tutti quanti voglion fare jazz!

By | News | No Comments

L’H-Choir terrà il suo primo concerto giovedì 13 aprile in The Hall

La primavera finalmente è arrivata… Quale miglior modo di festeggiare se non la musica?!

Giovedì 13 aprile, alle ore 18.30 genitori, amici e parenti sono invitati allo Spring Jazz Concert che si terrà nella sala The Hall di H-FARM.

Sul palco tre diversi cori composti dagli alunni del PYP e del MYP, accompagnati da una jazz band professionista… Ospite speciale, il coro dei genitori di H-International School.

Quello del 13 aprile sarà il primo concerto ufficiale dell’H-Choir, che avrà bisogno di tutto il supporto necessario: l’obiettivo, infatti, è di far diventare il concerto di primavera un appuntamento immancabile con la musica e il coro di H-International School.

Vi aspettiamo numerosi!

DSC_9190

Global Day

By | Comunicazioni-PYP, Comunicazioni-PYP @eng, News, News @eng | No Comments

Il 5 Aprile abbiamo realizzato il Global Day per gli esploratori di seconda elementare!

Parte integrante della Unit of Inquiry dedicata alle prospettive globali, l’attività ha coinvolto non solo i nostri studenti, ma anche le loro famiglie provenienti da altri paesi o che in passato avessero vissuto all’estero. Grazie alle loro esperienze i nostri bambini hanno potuto scoprire tutti dettagli legati all’integrazione, alla scoperta di una nuova cultura o l’apprendimento di una nuova lingua e in paesi come Hong Kong, Turchia, Francia, Belgio, India e Repubblica Ceca.

Durante questa giornata all’insegna dell’esplorazione gli studenti hanno ascoltato i racconti dei genitori, assaggiato cibi e bevande locali e hanno ovviamente trovato risposta a tutte le loro curiosità. Un’occasione preziosa per imparare qualcosa di nuovo, assaggiare cibi deliziosi e ampliare i propri orizzonti.

IB world schools are renowned for having an innovative teaching style

Scoperta, divertimento e ricerca: arriva l’Exhibition di PYP5

By | Comunicazioni-PYP, News | No Comments

Gli esami ad H-IS sono diversi, non solo compiti ma un’avventura indimenticabile

Una classe – di solito la più grande della scuola – piena di banchi in fila, bambini e bambine di circa 10 anni intenti a completare il compito assegnato e la maestra che passeggiando controlla la situazione. Si tratta di un test importante per tutta la classe, il primo, quello che si faceva alla fine della quinta elementare e che per anni ha fatto da apripista a tutti gli esami successivi.

Che aspetto avrebbe quell’aula se l’esame fosse un progetto sviluppato durante un intero mese di lavoro in gruppo?
Cartelloni esplicativi, tavoli con esperimenti, documentazione di ogni genere e ovviamente i progettisti, ovvero bambini e bambine di quinta elementare intenti ad illustrare la loro tesi e le fasi di ricerca. Sono questi gli ingredienti dell’Exhibition: il progetto finale di PYP5.
Non si tratta soltanto di un lavoro di gruppo, ma di un vero e proprio esame multidisciplinare e interattivo, in cui l’apprendimento passa dalla scoperta seguendo i principi del metodo IBO, il cui obiettivo è unire l’apprendimento di concetti allo sviluppo di competenze e attitudini, utili ad affrontare con consapevolezza le sfide future.
Open Minded, Inquirers, Thinkers, Communicators o Risk-Takers, sono queste alcune delle caratteristiche del Learner Profile, o meglio il modello di riferimento per gli allievi IBO.
Attraverso un metodo che mescola conoscenza, analisi e scoperta, gli insegnanti IBO invitano bambini e bambine ad essere parte attiva della loro crescita imparando non soltanto concetti e formule, ma anche a fare le domande giuste, a non aver paura di sbagliare e a saper raccontare le proprie esperienze e scoperte. Esploratori attivi e curiosi, capaci di lavorare in team e rispettosi nei confronti dei propri compagni di viaggio.

Per un mese intero gli alunni di PYP 5 di H-IS diventano ricercatori, studiosi, scienziati, e project manager. Durante queste quattro settimane spetta a loro l’organizzazione, la suddivisione in team, l’individuazione dei temi di ricerca e la responsabilità del risultato finale. Gli insegnanti ci sono ovviamente, ma in questa fase importante diventano mentor e consiglieri. Non solo un esame sulla conoscenza quindi, ma un’occasione incredibile per mettersi in gioco ed essere veri protagonisti.

Sorpresa di quest’anno dedicata a chi vuole saperne di più: i ragazzi di PYP 5 hanno realizzato una newsletter settimanale, per restare aggiornati sui loro progetti ed eventualmente contattarli con feedback o domande.

L’appuntamento è per l’11 Aprile nella hall delle scuole medie.