was successfully added to your cart.

News

Monthly Archives: aprile 2016

dsc_0709-1

Un ponte di marshmallows e spaghetti? Ecco come si studiano le forze ad H-IS!

By | Comunicazioni, News, Senza categoria | No Comments

Avete mai provato a costruire un ponte con marshmallows e spaghetti? Noi si! Anzi i nostri alunni più piccoli si sono improvvisati ingegneri a soli 9 anni!

Miss Murray ha lanciato una sfida davvero inusuale ai suoi alunni della classe 4PYP: costruire il ponte più alto, usando solo marshmallows e spaghetti, in soli 30 minuti. Dopo aver ascoltato le indicazioni della maestra, i piccoli inventori si sono sbizzarriti nella costruzione di sculture davvero incredibili.

Ecco come hanno reagito gli alunni:

“Durante il corso dell’anno scolastico abbiamo studiato l’effetto delle forze e volevamo mettere in pratica ciò che avevamo appreso, dimostrando come l’applicazione delle proprietà studiate potesse influenzare la progettazione e la sperimentazione tecnologica. Per capire meglio i concetti di compressione e tensione, Miss Murray ci ha lanciato una sfida: costruire un ponte, utilizzando soltanto spaghetti e 15 marshmallows, che fosse in grado di reggere 10 biglie grandi. Il ponte doveva unire due scatole posizionate ad un metro di distanza l’una dall’altra.

È stato davvero divertente lavorare assieme in questo progetto!”

foto principale dell'evento!!!!

Exhibition di Year 5: Arte & Media e la loro influenza nella vita delle persone.

By | News | No Comments

L’Exhibition di Year 5 è un evento significativo ed importante sia per gli studenti che per la scuola. Essa costituisce il culmine delle esperienze di apprendimento e del percorso nel Primary Years Programme. È la loro occasione per dimostrare le capacità, le conoscenze, gli atteggiamenti e la comprensione concettuale che hanno sviluppato nel corso degli ultimi mesi ed anni nella nostra scuola.

La classe ha sviluppato l’idea che “l’arte ed i media digitali possono cambiare la vita delle persone” e diversi gruppi hanno, quindi, lavorando sui diversi aspetti di questo concetto.

Gli studenti sono stati coinvolti nell’identificare, ricercare e trovare soluzioni a problematiche e questioni della vita reale. Gli è stato richiesto di pianificare la propria unità, formulare l’idea centrale, le linee di ricerca e di garantire che vengano applicate le caratteristiche del profilo dello studente IB, evidenziando i concetti chiave e le competenze interdisciplinari.

H-CAMPUSFotoSito-77 (1)

Noah’s Ark School sceglie H-CAMPUS – Prima collaborazione italiana per il progetto di Dov Frohman

By | News | No Comments

H-CAMPUS diventa la prima sede italiana di Noah’s Ark School project, il progetto formativo dedicato ai più piccoli nato da un’idea di Dov Frohman, il fondatore di Intel in Israele. H-International School infatti, a partire dall’anno scolastico 2016-2017, avvierà una stretta collaborazione con questo centro formativo d’avanguardia. Nato all’interno dell’Institute of Democratic Education, Noah’s Ark è un progetto di sviluppo innovativo nell’educazione primaria. La missione e la filosofia di Noah’s Ark School è di rivolgersi ai più piccoli grazie a un metodo di insegnamento che permetta loro di sviluppare il pensiero critico ed indipendente, nel rispetto di se’ stessi e degli altri, e al contempo incoraggiare la leadership in un ambiente di collaborazione di gruppo.

«Il fatto che Fromhan e Noah’s Ark Project abbiano scelto H-CAMPUS è la testimonianza della grande attenzione che il nostro progetto di Education e i nostri percorsi formativi stanno riscontrando, non solo in Italia» spiega Carlo Carraro, Head of Education di H-FARM.

Questo progetto educativo innovativo conta dieci sedi nel mondo e ha scelto proprio H-International School per avviare una collaborazione in Italia. Un educatore di Noah’s Ark project, per tutto l’anno scolastico 2016-2017, sarà presente nella sede della scuola per collaborare con le maestre della scuola materna. 

«È un’opportunità in più per i bambini che frequentano la H-International School – spiega Mauro Bordignon, Headmaster della scuola – grazie a questa collaborazione infatti possiamo arricchire ulteriormente la nostra offerta formativa, ampliare la rete di contatti internazionali e condividere un’idea di didattica innovativa in tutte le sue forme».