Scoperta, divertimento e ricerca: arriva l’Exhibition di PYP5

IB world schools are renowned for having an innovative teaching style

Gli esami ad H-IS sono diversi, non solo compiti ma un’avventura indimenticabile

Una classe – di solito la più grande della scuola – piena di banchi in fila, bambini e bambine di circa 10 anni intenti a completare il compito assegnato e la maestra che passeggiando controlla la situazione. Si tratta di un test importante per tutta la classe, il primo, quello che si faceva alla fine della quinta elementare e che per anni ha fatto da apripista a tutti gli esami successivi.

Che aspetto avrebbe quell’aula se l’esame fosse un progetto sviluppato durante un intero mese di lavoro in gruppo?
Cartelloni esplicativi, tavoli con esperimenti, documentazione di ogni genere e ovviamente i progettisti, ovvero bambini e bambine di quinta elementare intenti ad illustrare la loro tesi e le fasi di ricerca. Sono questi gli ingredienti dell’Exhibition: il progetto finale di PYP5.
Non si tratta soltanto di un lavoro di gruppo, ma di un vero e proprio esame multidisciplinare e interattivo, in cui l’apprendimento passa dalla scoperta seguendo i principi del metodo IBO, il cui obiettivo è unire l’apprendimento di concetti allo sviluppo di competenze e attitudini, utili ad affrontare con consapevolezza le sfide future.
Open Minded, Inquirers, Thinkers, Communicators o Risk-Takers, sono queste alcune delle caratteristiche del Learner Profile, o meglio il modello di riferimento per gli allievi IBO.
Attraverso un metodo che mescola conoscenza, analisi e scoperta, gli insegnanti IBO invitano bambini e bambine ad essere parte attiva della loro crescita imparando non soltanto concetti e formule, ma anche a fare le domande giuste, a non aver paura di sbagliare e a saper raccontare le proprie esperienze e scoperte. Esploratori attivi e curiosi, capaci di lavorare in team e rispettosi nei confronti dei propri compagni di viaggio.

Per un mese intero gli alunni di PYP 5 di H-IS diventano ricercatori, studiosi, scienziati, e project manager. Durante queste quattro settimane spetta a loro l’organizzazione, la suddivisione in team, l’individuazione dei temi di ricerca e la responsabilità del risultato finale. Gli insegnanti ci sono ovviamente, ma in questa fase importante diventano mentor e consiglieri. Non solo un esame sulla conoscenza quindi, ma un’occasione incredibile per mettersi in gioco ed essere veri protagonisti.

Sorpresa di quest’anno dedicata a chi vuole saperne di più: i ragazzi di PYP 5 hanno realizzato una newsletter settimanale, per restare aggiornati sui loro progetti ed eventualmente contattarli con feedback o domande.

L’appuntamento è per l’11 Aprile nella hall delle scuole medie.